Protesi mobile completa

"Masticare e sorridere Non sarà più un problema... rivolgiti a noi"

home > servizi > Protesi mobili > Protesi mobile completa

Le protesi mobili Totali

protesi mobili totaleLe protesi mobili Totali sostituiscono una o entrambe le arcate dentali.

Poggiano sulle mucose e sull’osso e rappresentano la soluzione più veloce ed economica per ripristinare la corretta masticazione, l’apertura e la chiusura della bocca e altre funzioni articolari.

Realizzare una protesi totale richiede estrema attenzione: bisogna tener conto di aspetti tecnici che possono influire sulla forma del viso e sul modo di parlare.

Le protesi mobili totali sull’arcata superiore per essere stabili necessitano di una parte di palato in resina.

Le protesi mobili Combinate

protesi mobili CombinateQuesta tipologia di protesi combinano una parte fissa ed una parte mobile.

I denti naturali, rinforzati con le capsule, costituiscono la parte fissa, una struttura in metallo, con inseriti i denti mancanti, costituisce la parte mobile.

La parte mobile si ancora alla parte fissa con attacchi maschio/femmina.

Questo tipo di protesi è in genere usato quando il paziente ha conservato i denti frontali e mancano, invece, molari e premolari.

Le protesi mobili Parziali (scheletrato)

Le protesi mobili Parziali si agganciano ai denti naturali rimasti tramite ganci o attacchi di precisione.

Sono parziali le protesi scheletrate con una struttura in lega di metallo. Sono disponibili:

Tipologie protesi mobili

  • Con ganci visibili
    la soluzione meno costosa e più rapida da realizzare, ma esteticamente peggiore
  • Con attacchi invisibili:
    la soluzione più stabile ed esteticamente migliore.

In entrambi i casi i denti naturali che supportano la protesi devono essere:

  • Ricoperti con corone
  • Sottoposti a controlli regolari e a un’accurata igiene orale, per evitare possano cariarsi

DI CHE MATERIALE SONO FATTE ?

Tipologie protesi mobiliLe protesi mobili totali possono essere realizzate in resina ma anche in poliammide, nylon etc..

Le protesi mobili combinate hanno una sottostruttura metallica non visibile e la dentatura può essere in ceramica, composito,resina.

Le protesi scheletrate possono avere uno “scheletro” sottostruttura metallica e denti in resina, composito oppure anche essere realizzate in nylon (es. Valplast) o con attacchi in acetalica.

In generale le protesi mobili con strutture metalliche sono più resistenti e durature, mentre vengono realizzate in acetalica o poliammide, o nylon le protesi scheletrate che hanno agganci o attacchi sui denti naturali in posizioni frontali, quindi visibili che creano disagi estetici.

Ribasatura protesi mobili

Ribasatura protesi mobiliLa Ribasatura è l’operazione che restituisce stabilità alla protesi mobile quando:

  • Parlando o mangiando la protesi non sta più ferma
  • Tra gengive e protesi si infiltrano residui alimentari.

Osso e gengiva subiscono processi di riassorbimento rendendo le arcate dentarie più sottili: la stabilità della protesi mobile potrebbe diminuire e provocare vesciche, infiammazioni, difficoltà masticatorie.

La protesi ribasata riacquista l’aderenza sulle gengive che aveva da nuova.

Come si effettua la Risabatura

La ribasatura può essere eseguita solo da un dentista che:

  • Rileva, tramite un’impronta, lo stato attuale della gengiva
  • Riempie la protesi di materiale mancante, in funzione della nuova forma della gengiva. Può essere inserita della resina o materiale morbido (ribasatura morbida) che ha però ha una durata inferiore.

Se, dopo la ribasatura, la protesi dà fastidio, fa male o infiamma le gengive su cui appoggia, è necessario informare il dentista che effettuerà i ritocchi necessari.

Ritocchi e riparazioni

Le protesi possono rompersi o scheggiarsi e in questo caso possono essere ritoccate o riparate ma solo in studio dal dentista. Bisogna evitare in tutti i modi il fai da te e ricordarsi che le protesi che non aderiscono bene possono causare irritazioni, infezioni, ferite e compromettere la salute della bocca.

I materiali di cui è fatta la protesi con il tempo possono usurarsi. Per questo motivo le protesi totali, per esempio, dovrebbero essere sostituite ogni otto-dieci anni.

Prendersi cura della protesi mobile

Prendersi cura della protesiI batteri che si posano sui denti, sia naturali che artificiali, intaccano anche le protesi mobili.

L’azione della saliva trasforma i residui di cibo non rimossi in tartaro: i denti si sporcano, sopraggiungono problemi di alitosi, i denti naturali su cui si ancorano le protesi possono anche cariarsi.

La placca batterica può causare anche patologie più importanti, come un’infezione fungina della bocca, detta stomatite da protesi.

Pulire la propria protesi almeno una volta al giorno significa quindi prendersi cura della propria bocca, del proprio sorriso, della propria salute.

Regole per la pulizia della protesi

Prendersi cura della protesiPoche regole, tanta attenzione e la qualità della protesi si manterrà nel tempo. Innanzitutto è necessario acquistare uno spazzolino da protesi e mettersi alla luce sopra un lavandino: meglio riempirlo d’acqua, per attutire il colpo nel caso scivolasse dalle mani.

  • Asciugare la protesi se è umida: basta passare un panno pulito o della carta morbida.
  • Spazzolare con lo spazzolino l’interno e l’esterno della protesi, in modo da eliminare residui di cibo e placca
  • Usare del sapone neutro
  • Sciacquare la protesi sotto l’acqua
  • Asciugarla nuovamente e controllare che sia pulita

Ciclicamente la protesi deve essere pulita a fondo con delle pastiglie disinfettanti.

Anche la pulizia della bocca è importante: per detergere mucose e lingua sarà utile uno spazzolino morbido, un netta-lingua e un collutorio.

COSA NON FARE

Non utilizzare mai sulle protesi mobili:

  • Dentifrici
  • Soluzioni alcoliche
  • Candeggina

Sostanze troppo aggressive possono alterare ganci e attacchi in metallo, oltre a essere pericolose poichè assorbite dalla resina possono essere rilasciate poi nella bocca.


SCRIVICI UNA MAIL

    Nome e Cognome

    Mail

    Telefono

    Seleziona un motivo

    Giorno preferito

    Messaggio

    Accetta il trattamento dei dati

    P.iva 03237640986 Cap.Sociale 300.000 euro i.v | Dir. San. Pasolini Enrico N° iscr. Albo 05253 (BS)